comprare un asinello, spazio, tempo e costi

da | Nov 21, 2009 | Blog | 62 commenti

Rispondo qui a tutti nella speranza di essere utile non solo a Francesco (ultimo ad inviare una mail simile a molte altre richieste informazioni).

Per chi volesse un asinello da compagnia, spesso nascono molti interrogativi legittimi perchè un asinello non è un animaletto piccino che può stare anche in casa.

Gli spazi

Da manuale di solito si dice che sono necessari 3000 metri quadri per ogni asinello per garantirgli uno spazio minimo adeguato dove poter muoversi e pascolare. Io suggerisco a chiunque voglia godere della compagnia di un asino di non lasciarlo solo. Amano stare in compagnia e insieme affrontano meglio tutto. Se proprio 2 asinelli sono un problema lo si potrebbe accompagnare con una capretta, pecore, maialini. Se poi voi siete sempre presenti e lo spazio è adiacente casa può anche godere semplicemente della vostra compagnia. Dovrete prestargli molte attenzioni se non volete che diventi “selvatico”, irascibile e rumoroso.

Oltre allo spazio è bene mettergli a disposizione un riparo. Minimo che sia chiuso su 3 lati e con un tetto. Gli asinelli vivono bene anche con il freddo e non temono temperature anche sotto lo zero. Sono però infastiditi dal vento.

Il Tempo

Solitamente noi mettiamo a disposizione i nostri asinelli quando hanno circa 1 anno di età. In questi 12 mesi hanno modo di prendere tutto il latte necessario dalla mamma e di imparare dagli altri ciuchini come comportarsi. Ogni giorno siamo da loro e facciamo 2 o 3 visite almeno nei loro spazi. Sono animali molto curiosi, arrivano, si fanno accarezzare, cercano di impietosirti per 1 mela o qualche verdura e si lasciano fare di tutto. Li diamo abituati alla cavezza per poterli almeno portare a passeggio. Non abbiamo metodi costrittivi, imparano semplicemente vedendo gli asinelli più grandi. Se non hanno motivo di spaventarsi e vedono che è tutto naturale imparano da soli.

L’alimentazione

Mangiano erba. D’inverno se l’erba è fredda e bagnata può diventare pericolosa quindi integriamo con il fieno. Per “vizio” e mantenerli docili ogni giorno gli diamo anche una razione di crusca con un po’ di fioccato o avena, o mais, o quello che riteniamo opportuno in base al periodo dell’anno e della loro salute. Per farvi un’idea di quanta erba mangiano, in inverno ci è capitato di alimentarli solo con fieno, e i nostri 5 asinelli ci mangiano circa 1 balletta di Fieno di Filo (circa 25 Kg) al giorno.

Le cure

Se dovete prendere un’asinello assicuratevi che sia registrato sia presso l’usl veterinaria che all’APA. Gli asinelli devono avere un passaporto equino per poter essere acquistati legalmente, quindi un microchip identificativo. Noi li sverminiamo ogni 6 mesi circa, oltre quello fortunatamente godono di ottima salute quindi non hanno bisogno di altre cure particolari. Ogni 2 anni viene l’usl veterinaria a fare il prelievo. Poi ci sono casi particolari, noi ad esempio abbiamo all’Orto la Rossa Bedina che è classe 1987 e ha qualche acciacco quindi richiede qualche attenzione in più agli arti e qualche intervento del maniscalco. Gli altri assolutamente nessun problema agli arti.

Il Tempo

Gli asini mangiano e, strano a dirsi, fanno i loro bisogni. Noi in realtà li abbiamo presi per questo. Adottiamo tecniche di agricoltura Biologica e con gli asini abbiamo smesso di trinciare sotto gli ulivi e ci concimano. Detto questo ogni giorni ci vuole del tempo per dargli da mangiare, vedere come stanno e tenere puliti i ricoveri. Noi alla sera chiudiamo gli asinelli in un recinto più piccolo quindi ogni mattina bisogna andare con la cariola a pulire recinto e stalletta e controllare che sia tutto a posto. Se poi volete usarli per trekking o passeggiate è bene tenerli in esercizio e rimanere spesso in contatto con loro e mantenere un rapporto di contatto e fiducia reciproca.

I Costi

Possono variare molto, per la razza, per il tipo, per chi li tiene, per l’età e per la vita che hanno passato prima. Si possono trovare asinelli anche in regalo se qualcuno ha problemi e non può più tenerli e deve “disfarsene” in fretta. C’ anche chi mi ha detto che li ha presi salvandoli dalla macellazione a 300 euro circa. Penso sia una buona azione, richiede impegno e penso sia una scelta da non sottovalutare perchè gli asinelli in questione solitamente hanno passato un’esistenza non semplice. Se una persona li vuole o deve vendere è perchè ha avuto problemi, e uno di questi potrebbe essere il carattere dell’asino o del padrone. In entrambi i casi si accoglie a casa propria un animale che richiederà molte attenzioni particolari per diventare un animale docile e amico. Per gli asinelli sardi (quelli che alleviamo noi), penso il prezzo oscilli tra i 600 e i 1000 euro. Questi sono i prezzi che ho sentito in giro. Prima di dire che un asinello è caro, o è un affare comunque è indispensabile vederlo e conoscerlo.

I nostri asinelli

62 Commenti

  1. Zia Mony

    A me piacciono un sacco le espressioni che assumono a volte, sono teneressimi! I cuccioli in particolare sembrano dei peluches. Chi era il cucciolo nel filmato con il quale l'”asinello Gemmina” voleva giocare?

    Rispondi
  2. Il Contadino

    E’ la Tea 🙂

    Rispondi
  3. Michela

    Ciao, sono proprietaria di un asinello sardo di circa un anno e mezzo regalato da mio marito a mia figlia di 4 anni. Mai regalo fu più gradito non solo dalla bambina che lo adora ma soprattutto da me. Non avendone mai avuto uno mi sono trovata, e a volte mi trovo tutt’ora, in difficoltà poichè le domande sono tante e le risposte spesso scarseggiano. Il vostro sito mi ha aiutato molto e per questo vi dico grazie.
    Purtroppo ora iniziano i guai poichè Asi ( questo è il suo nome ) nonostante la compagnia di 7 cani con i quali gioca tutto il giorno, ha iniziato a fare i dispetti e a distruggere tutto ciò che trova, sacchi della spazzatura, cuscini delle sedie, persino il sellino della bicicletta. La sera mi lecca insistentemente la porta finestra e ha imparato ad entrare nella stanza di servizio dove stivo tutto il cibo degli animali, con relative scorpacciate di ogni ben di Dio. Mio marito vuole tenerlo nel recinto che gli abbiamo creato, io invece credo che soffra un pò di solitudine e che sarebbe una buona idea affiancargli una compagna. Chi ha ragione???? Grazie.

    Rispondi
  4. Il Contadino

    Entrambi :). Sicuramente un po’ di compagnia lo tranquillizzerebbe. Poi dipende molto dal carattere di ogni asinello.

    Comunque sono dell’idea che sia opportuno riservare agli asinelli un loro spazio. Non è lui a sbagliare, e non lo fa per dispetto, piuttosto è la sua curiosità che gli fa fare quello che fa. Se lui potesse disporre di uno spazio dove non ci sono “tentazioni” non avresti di questi problemi, potendolo sempre liberare quando hai tempo e modo di tenerelo sott’occhio e/o stare con lui. Troppa libertà rischia di diventare un pericolo, un asinello sardo in giardino è come un eterno bambino. Potrebbe trovare qualcosa che gli piace e mangiarsela senza sapere che gli fa male, oppure fare un’indigestione di mangimi, oppure farsi male con biciclette e/o ingranaggi. Per questo secondo me è bene avere un recinto spazioso e privo di rischi che sia quindi a misura di asinello. 🙂

    ciao, Ale

    Rispondi
  5. marylaura

    volevo sapere se gli asini sardi possono rimanere in casa

    Rispondi
  6. Il Contadino

    Se per casa intendi casa tua e quindi condividere i tuoi spazi penso non sia opportuno ne per gli asini sardi ne per altre razze di asini.

    Rispondi
  7. Quiriconi Stefano

    buonasera e buona pasqua a tutti voi…abitiamo vicino a voi e ci piacciono in maniera incredibile i ciuchini…ho trovato il vostro sito e non ho potuto non visitarlo… i vostri animalini sono stupendi…ci domandavamo se potevamo visitare la vostra fattoria e conoscere i vostri splendidi animali…se si potete dirci quando e come ….Stefano e Marina

    Rispondi
  8. Il Contadino

    Ciao Stefano, scrivici una mail o telefona così ci si può vedere. In linea di massima siamo qui però è meglio sentirci prima per evitare che siamo nei campi e non ci trovi.

    Rispondi
  9. giacomo

    sarei interessato ad acquistare asino sardi sapete dove e come posso fare?

    Rispondi
  10. Il Contadino

    Ciao Giacomo, scrivici una mail e se possiamo ti aiutiamo.

    Rispondi
  11. Demir

    Vorrei un asino. Voglio sapere quanto mi costa a comprarla.

    Rispondi
  12. Il Contadino

    Ciao Demir, come scritto nel post il prezzo può variare da allevamento ad allevamento, dall’asinello, l’età, l’indole. Noi al momento non abbiamo asinelli in vendita e le prossime nascite sono previste nell’estate 2013. Per chi fosse interessato all’acquisto invitiamo a scrivere una mail o telefonare.

    Rispondi
  13. Anastasia

    Ciao,volevo sapere più o meno il costo annuale per il mantenimento di un asino! Grazie mille!

    Rispondi
  14. Il Contadino

    Ciao Anastasia, penso non sia possibile rispondere alla tua domanda perchè è tutto molto variabile.
    Noi li alleviamo sul nostro podere quindi mangiano il più possibile erba, fieno (a volte lo compriamo da un amico per l’inverno). Poi pensa ad un recinto dove poterlo ricoverare (e quindi il mantenimento del recinto) e l’acqua sempre disponibile. Infine c’è il costo del veterinario che noi avendo diversi animali in fattoria ed un ottimo veterinario abbiamo accordato ad un costo forfettario annuale per tutti gli animali.
    Se dovessi farlo per un asinello non mio non saprei quanto chiedere per tutto l’impegno e lavoro per farlo stare bene e non fargli mancare niente.

    Rispondi
  15. Carlo di Bono

    Ciao mi chiamo Carlo e possiedo un asinello “quasi” sardo maschio di quasi due anni.Per vari problemi, non posso piu’ tenerlo,mi aiutate a trovargli una famiglia ?Sano , con microchip e passaporto, non voglio lucrarci, vorrei solo saperlo felice , magari con un asinella, in un bel posto…Lo regalo e pago pure il trasporto, ripeto, pur di saperlo felice , questo ed altro…Grazie!!!338 2190316

    Rispondi
  16. pierluigi

    ciao sono piero,un mio amico ha un piccolo terreno dove teniamo un cane un po’ di polli un oca bellissima un po’ di conigli due papere mute,ora un amico del mio amico ci vuol regalare un asino e sinceramente siccome poi toccchera’ a me commatterci e non sapendo nulla di questi animali, anche se la cosa mi entusiasma ho un po’ paura e’ difficile tenerli?premesso che a me gli animali piacciono tutti che faccianmo lo prendiamo? ed e’ vero che mangiano gli ulivi?dammi un consiglio grazie

    Rispondi
  17. Il Contadino

    Ciao Piero, l’asino è un animale sicuramente più grande di quelli che mi hai elencato quindi prima di prenderlo conviene conoscerlo. Vai a vedere com’è, se è docile, abituato all’uomo e a stare con altri animali. Non si può generalizzare, non è meglio maschio o femmina vecchio o giovane, devi conoscere l’asinello in questione e capire se il suo carattere e la sua indole concilia con la vostra situazione. I miei asini stanno sotto gli olivi, spollonano e interessano all’olivo quando proprio hanno finito l’erba. Non mi hanno mai fatto danni però ho olivi grossi, in un uliveto giovane meglio lasciar stare asini, capre, mucche o pecore.

    Rispondi
  18. mof

    ciao,
    volevo chiedere un paio di cose: 1 – come si comportano gli asini con gli olivi? (mangiano rami/gemme/foglie?)
    2 – perdona l’ignoranza ma il fieno per l’inverno dove si trova?

    Rispondi
  19. Il Contadino

    Ciao Mof, penso ogni asino abbia i suoi gusti, i nostri asini vivono nei nostri oliveti. Abbiamo piante alte e le dobbiamo mantenere tali. Gli asini sono curiosi quindi anche le frasche di olivo le assaggiano. a noi spollonano benissimo… certo se hai un uliveto giovane non pensare di metterceli dentro. Noi di giovane abbiamo solo qualche rimpiazzo che proteggiamo.
    Per il fieno noi cerchiamo di farne o lo trovi chiedendo in zona magari ad altri allevatori che hanno cavalli, vacche, pecore per conoscere i loro fornitori.

    Rispondi
  20. claudia

    buona sera io sono una bambina di 8 anni e o una passione enorme per i cavalli e dopo o saputo che vicino a casa mia è nato un asinello da un asina che conoscevo molto bene e dopo o saputo che il padrone voleva ucciderlo allora lo voglio prendere ma non so se è la scelta giusta
    possiedo un terreno da 2500 ,metri quadri ed è confinante con il recinto dove ce la sua mamma
    e se si può staccare prima di 1 anno adesso l’asinello a 1 mese e io vorrei addestrarlo per passeggiate.vi ringrazio se mi date qualche consiglio ciao claudia

    Rispondi
  21. Diana

    Ho intorno casa un terreno di circa 4 ettari tra uliveto e bosco di acacie.
    Mi hanno proposto di prendere due asinelli amiatini che facevano da spazzini nel comune vicino che dismette il servizio.
    Pensavo di riservare agli asinelli la parte di bosco perché nell’uliveto avevo piantato molti fiori tra cui rose e oleandri che non vorrei perdere. cosa mi consigli?

    Rispondi
  22. aldo

    ciao
    voglio prendere due asinelli per il mio uliveto -3 ettari-
    Cerco di tenere le piante basse , gli asini possono danneggiarle?
    grazie e cordiali saluti
    aldo

    Rispondi
  23. Il Contadino

    Ciao Aldo, buona ricerca. Se hai gli olivi bassi gli asini ringraziano e mangiano volentieri. Non penso sia una buona idea mettere un asino in un uliveto con vegetazione bassa.

    Rispondi
  24. fanny

    mi hano detto che il ciuco maschio va castrato perchè non morda, è vero?

    Rispondi
  25. Il Contadino

    Guarda il video che trovi qui sopra, gli asinelli che mangiano alla mangiatoia (dal minuto 1:51) con mia figlia quando aveva 3 anni che gli prende il cibo dalla mangiatoia sono 2 maschi interi e non hanno mai morso e come puoi vedere sono docilissimi.
    Gli asini sono come le persone, se crescono maleducati non penso che castrandoli diventino buoni (non posso dire con certezza perchè non li abbiamo mai castrati).
    Io gli unici asini che ho visto mordere sono asini che vivono sempre soli e diventano prepotenti per cercare attenzioni o sono stati un po’ viziati a dargli sempre qualcosa e quindi poi pretendono.

    Rispondi
  26. Raffaele

    Vorrei un asinello da latte mi indicate qlc

    Rispondi
  27. Il Contadino

    Ciao Raffaele, non abbiamo asinelli selezionati per la produzione di latte e non ci sono, che io sappia, razze vocate per questo. La produzione di latte è limitata. Ogni asinella fa latte e ci sono buone produttrici (non aspettarti tantissimo latte!) che penso vengano selezionate da chi ne produce senza particolare selezione della razza.

    Rispondi
  28. ambra

    Ciao. avrei bisogno di un consiglio. vorrei prendere un asino x far compagnia al mio cavallo castrone. In regalo non è facile trovarne, in vendita ho visto che i maschi costano molto meno delle femmine. La mia domanda é : un asino intero con un cavallo castrone potrebbero andare d accordo o sarebbe più consigliabile una femmina? Grazie
    Ambra

    Rispondi
  29. norberto

    buongiorno vorrei sapere se gli asini per il someggio hanno caratteristiche particolari e quale razza è più predisposta ai trekking… grazie un abbraccio

    Rispondi
  30. Il Contadino

    Ciao Norberto, io penso tu possa insegnare e imparare a someggiare con qualsiasi asino. Chiaramente ogni razza avrà vantaggi e/o svantaggi a seconda di quello che vuoi fare, chi è vuole condurre, ecc. I nostri asinelli sono adattissimi con i bambini, per divertimento, a noi ci aiutano anche con le reti delle olive, sono molto volenterosi ma sono veramente di stazza ridotta. Se devi lavorarci e portare grossi pesi potresti aver bisogno di asini completamente diversi morfologicamente.
    Per trakking quindi è bene prima di tutto capire la dimensione dell’asino adatto al tuo scopo. L’asino di indole è un animale molto meno nervoso rispetto ad un cavallo, qualsiasi razza (almeno per quelle che ho conosciuto io) può essere adatta al trekking someggiato, bisogna solo capire prima quale è la più adatta le proprie esigenze personali.

    Rispondi
  31. Mara

    Ciao sono Mara, di Cecina sto cercando un piccolo asinello amiatino a cui dare attenzioni e amore… e soprattutto la compagnia di altri animaletti che già vivono con noi. Se conoscete qualcuno che per necessità deve dare via un asinello, non esitate a contattarmi.

    Rispondi
  32. kaiio

    bellu

    Rispondi
  33. kaiio

    Io sono goloso di carne di asino il famoso tapulone di borgomanero e’ una mia specialita’

    Rispondi
  34. paolo

    ciao, ho circa un ettaro di terreno e vorrei comprare due asinelli (maschio e femmina) per poi farli accoppiare. vorrei sapere se più in la sarà possibile fare accoppiare i figli con altri asini per evitare consanguineità. esistono maschi in “affitto” per tale ruolo? inoltre, nel caso volessi produrre latte, che fine fa il cucciolo, viene allontanato come nel caso della vacca o posso destinare parte del latte a lui e parte (anche poca) alla vendita?
    grazie

    Rispondi
  35. Il Contadino

    Ciao Paolo, il nostro stallone ha già fatto questo tipo di servizio per allevamenti qui in zona. Se non hai problemi per il trasporto lo puoi fare.
    Noi lasciamo il latte ai piccoli, se vuoi fare un allevamento dopo 1 mese puoi cominciare ad allontanare il piccolo circa 4 ore per poi mungere l’asina. Un allevamento di asine da latte deve avere un numero elevato di capi per giustificarne un ritorno economico.

    Rispondi
  36. fiorella Alampi

    sono un’insegnante di Zootecnia nel nostro Istituto Tecnico Agrario possediamo 7 asini vorrei sapere le dimensioni di un ricovero e di un incastrino in quanto non riesco a trovare niente grazie per l’attenzione
    prof.ssa Fiorella Alampi

    Rispondi
  37. Il Contadino

    Non so cosa intendi per “incastrino” e dipende un po’ dalla razza di asino che hai comunque in linea di massima, come ho scritto nel post 3000 metri quadri per capo sono sufficienti come pascolo, se hai spazi più ridotti devi integrare.

    Rispondi
  38. Alessio de Vito

    Ciao sono Alessio un bambino di 7 anni sarei interessato a comprare 2 asinelli maschio e femmina e siccome i cuccioli non li venderò e siccome mia madre non è d’accordo pensavo di nasconderlo da lei e di tenermelo in camera e poi se necessario terremo anche una carpetta, però gli asinelli mi servono perché io non so camminare e ho sentito che gli asinelli fanno anche ippoterapia perché sono così dolci da diffondere emozioni e allegria

    Rispondi
  39. Raffaella

    Ciao a tutti
    io e mio marito abbiamo preso un asinello sardo che sta con noi da quasi un anno, condivide un bel recinto vicino al bosco a poca distanza dal nostro agriturismo. Vive da sempre con due caprette ed un caprone, ma in questi giorni abbiamo dovuto chiamare il veterinario perché ci siamo accorti che non vuole avere a che fare con il caprone e lo maltratta seriamente, tanto da doverli separare con una certa urgenza. Probabilmente il nostro asino ha bisogno di una famiglia che possa dedicargli più tempo rispetto a noi, in modo da educarlo ad essere più tranquillo e collaborativo e poi di stare magari vicino ad una compagna.
    Se qualcuno fosse interessato, abbiamo pensato ovviamente di cederlo, ma per noi va benissimo anche uno scambio con animali che possano convivere meglio insieme, potrei ad esempio inserire nel nostro agriturismo delle pecore, così non rischierei di vedere far del male alle mie caprette.

    Rispondi
  40. Italo Persegani

    Buon giorno,

    Con i miei figli vivo in Sicilia dove ho un piccolo appezzamento di terreno.
    Vorrei prendere degli asinelli sardi per andare incontro a diverse esigenze:

    a) Pulire il terreno;
    b) Avere una presenza d’animali diversi da galline, cani e gatti;
    c) Fare un gesto per salvaguardare una razza che rischia l’estinzione.

    Quanto costa un asinello sardo?
    Come si possono far arrivare in Sicilia (Noto)?

    Se fosse possibile noi ne vorremmo più di uno (tre o quattro!)

    Cordialmente

    Italo Persegani.

    Rispondi
  41. Il Contadino

    Ciao Italo, non conosco allevamenti di Asini sardi in Sicilia ma ti suggerisco di cercare li in zona e chiedere informazioni direttamente.

    Rispondi
  42. italo

    Non mi risultano … sarei interessato ad incominciare a creare un insediamento. penso che dovrebbero adattarsi bene al clima della mia isola. Mi sa che dovrò andarli a reperire sia sulla penisola che in Sardegna.

    Rispondi
  43. Lorenzo

    Buongiorno, immagino che lo stesso problema di avere un asino in uliveta bassa lo sia abbia anche con vigna, no?
    Grazie in anticipo.

    Rispondi
  44. Il Contadino

    Si è così Lorenzo. Se hai una vigna quando ha le foglie tieni lontano gli asini. Io li muovo nella vigna solo in inverno quando la pianta dorme perchè sono ghiottissmi di uva e foglie della vite.

    Rispondi
  45. dimitri

    buongiorno a tutti. anche io sono interessato per il mio oliveto. per oliveto “basso” cosa si intende?

    rami ad altezza d’uomo li mangiano gli asini?

    grazie!

    Rispondi
  46. Il Contadino

    all’altezza di asino mangiano le foglie o eventuali rametti piccoli, spollonano e assaggiano, io ho un uliveto di piante antiche e i rimpiazzi giovani vanno assolutamente protetti in qualche modo.

    Rispondi
  47. dimitri

    Grazie.

    Rispondi
  48. dimitri

    ne deduco che se i doccioni dei miei olivi scendono al massimo all’altezza del mio viso non dovrebbero esserci grossi problemi.

    Rispondi
  49. ADOLFO DA PRATO

    Vorrei una coppia di asinelli….ho spazio a sufficienza. Vorrei sapere il costo possibilmente compreso il trasporto. Vivo in Garfagnana provincia di Lucca. grazie

    Rispondi
  50. natalia

    I asini a vendere a prezzo ragionevole

    Rispondi
  51. Giusy

    Buona sera, ho un agriturismo nel Monferrato , amo moltissimo gli animali e mi piacerebbe aver un paio di asinelli , dove posso comperarli? Vorrei avere , se fosse possibile, la mamma con una piccolina. Vi ringrazio per una vostra risposta. Giusy

    Rispondi
  52. Michele

    Salve, ho iniziato a cercare delle informazioni sugli asini e come prendersene cura avendo in progetto di prendere un’asina (anche se leggendo l’articolo sembra sia meglio prendere una coppia o almeno non lasciare l’asino senza compagnia di altri animali).
    Mi ha colpito molto la possibilità di prendere degli asini “salvandoli dalla macellazione o da situazioni difficili”. Ci sono delle associazioni che si occupano di queste situazioni? O qualcuno ha dei contatti che possono aiutare? Magari in Piemonte…sarebbe perfetto!
    Grazie mille
    Michele

    Rispondi
  53. Samir

    Salve il mio asino a giugno fa 3 anni l’ho castrato a 18 mesi sto cercando da 2 anni di addestrarlo esce in passeggiata ma è abbastanza pauroso si spaventa facilmente e non mi sento mai sicuro chiedo con l’età migliorano o rimarrà così ..

    Rispondi
  54. Laura

    Vorrei sappere se ci sono ancora asinini da adottare

    Rispondi
  55. Laura

    Vorrei sappere se ci sono ancora asinini da adottare

    Rispondi
  56. Sabrina

    Ciao vivo in Liguria abbiamo 7 ettari do terra di cui uno ad uliveto poi bosco e varie terrazze a seminativo che però sono incolte,coltiviamo solo quelle vicino a casa … siamo solo in 2 piu’ la nostra bambina perciò dopo anni di decespugliatore pensavamo di prendere 2 asine sia per tener pulito che per aiutarci nel fare legna … in Liguria si va a trazione umana soprattutto … abbiamo già un recinto e il ricovero e comunque la possibilità di lasciarlè libere in ampi spazi. Volevo sapere dove posso trovare asine già abituate al lavoro oppure se secondo te una neofita volenterosa può riuscire ad insegnarglielo. Insomma qualsiasi consiglio utile è gradito. Ciao e complimenti! Sabrina

    Rispondi
  57. Raffaele

    Buon giorno

    ho un appezzamento di terreno di c.a 10.000 mq , tutto recintato e coltivato ad ulivi, con una grande casa che utilizzo nei fine settimana. Il terreno è giornalmente visitato da me o dal colono che mi aiuta nella coltivazione e mantenimento in orine.
    Vorrei allevare nella proprietà degli asinelli e degli animali da cortile, ovviamente liberi nel terreno che ripeto è completamente recintato.
    Cosa mi consigliate affinché gli animali abbiano i logoro spazi naturali senza costrizioni e sovrappopolazione, considerando che la casa è utilizzata ad uso abitativo.
    in attesa di vostre in merito, cordialmente saluto
    Raffaele

    Rispondi
  58. Marco

    Salve vorrei prendere un asinella sarda la più bassa possibile credo sia 80 cm
    Ma ho solamente 3000 metri di prato volevo sapere se è abbastanza per farci anche il fieno o se troppo poco…
    Ho gia due capre tibetane attualmente

    Rispondi
  59. Vincenzo

    Buonasera, disponendo di un pò di terreno e sollecitato dalle mie figlie, accanite animaliste, volevo acquistare due asinelle da compagnia. L’entusiasmo mi è subito passato perchè l’A.S.P. di appartenenza, mi chiede la registrazione ai sensi del regolamento 183/2005 quindi, con l’attribuzione del relativo codice stalla.
    A me sembra una esagerazione, anche perchè, ritengo di rientrare nella disciplina prevista dall’art.1, pargrafo 2 del citato regolamento CE852/2004 e dall’art.2, paragrafo 2, lettera ii) del regolamento CE183/2005 che prevedono proprio l’ambito di non applicabilità.
    Sarei grato avere una vostra opinione in merito.
    Grazie

    Rispondi
  60. Gianfranco Albertini

    Mi piacciono gli asini e ne vorrei uno ma mia mamma non vuole buuuuuu…
    Ma peró se io avrei un asino lo coccolerei e se lo coccolassi io fossi contento.

    Rispondi
  61. Andrea

    Buonasera
    Vorrei acquistare un asino, femmina, starebbe in un terreno chiuso di circa 2 ettari insieme a oche galline polli e a breve una pecorella. Vorrei sapere soffrirebbe si solitudine o no? Io potrei starci al max una volta al giorno e non di più, lavorando fuori casa.
    Grazie
    Andrea

    Rispondi
  62. giovanni

    buonasera ,quanto mi costerebbe un asinell sardo,abito a napoli

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *